“Pogačar, Roglič e Bernal hanno davvero qualcosa in più”

Ciccone: "Pogačar, Roglič and Bernal really have something more"


Giulio Ciccone ha avuto una stagione piuttosto fortunata. I numeri erano ottimi e sarebbe potuto andare molto meglio se non ci fossero stati incidenti. Ciccone avrà gli stessi obiettivi per la prossima stagione e si aspetterà risultati decisamente migliori “Questo è stato il mio anno migliore in termini di numeri ma nel 2019 correvo solo per le tappe e ho potuto sacrificare tutto il resto, quindi forse sono sembrato più forte agli outsider ”, ha detto Ciccone dal ritiro di Trek-Segafredo ad Altea, in Spagna, come citato da cyclingnews “Quest’anno sono stato tra i primi cinque fino agli ultimi giorni del Giro, quindi nel complesso sono stato molto più forte nel 2021.

So che il mio lavoro è stato buono e ho visto che potevo andare bene nelle corse a tappe”. Ciccone crede che il percorso del Giro gli andrà bene come pilota. Tuttavia, l’obiettivo più grande sono le vittorie, e solo allora qualcos’altro. “Sinceramente il percorso del Giro è più adatto alle mie caratteristiche, con pochissimi chilometri a cronometro, e con tappe più dure”, ha detto Ciccone.

“Non conosciamo ancora il campo ma, in generale, è più complicato puntare alla classifica generale al Tour per via del livello generale. Ma lo decideremo strada facendo. L’obiettivo è tornare a vincere, poi strada facendo vedremo se è meglio pensare alla classifica generale o alle vittorie di tappa”.

Realista

Sebbene la maggior parte degli atleti sia eccessivamente ottimista, Ciccone vuole presentarsi come un realista e crede che ci siano ciclisti molto più bravi di lui che sono di livello superiore. Spera comunque in un buon risultato, e magari riesce a sorprendere alcuni di loro “È importante dire che stiamo attraversando un periodo in cui ci sono corridori di altissimo livello e corridori fenomenali come PogaÄar, RogliÄ e Bernal , che hanno davvero qualcosa in più.

Questo deve essere riconosciuto”, ha detto Ciccone. “Devi essere realistico e vedere dove puoi effettivamente andare, senza puntare troppo in alto. Sono realista”. “Sono stato a lungo lassù tra i primi cinque al Giro senza aver investito nella cronometro, senza aver curato tanti dettagli e senza aver iniziato la corsa da leader”. ” Quindi forse potrei sognare il podio, ma dipende dalle circostanze, dagli altri piloti presenti, da tante cose diverse”. Vedremo come se la caverà Ciccone la prossima stagione, ma per ora è ottimista

Ultime News Sport
Sarò onesto se non sono pronto
F1
Sarò onesto se non sono pronto
Manchester City in grossi guai, dice l'allenatore spagnolo
Manchester City in grossi guai, dice l'allenatore spagnolo
 Trilogia di Furia contro Usyk?  Fury ha rivelato i suoi piani per i prossimi incontri fino al ritiro
Trilogia di Furia contro Usyk? Fury ha rivelato i suoi piani per i prossimi incontri fino al ritiro
Una futura riunione con la stella della F1 Max Verstappen
F1
Una futura riunione con la stella della F1 Max Verstappen
Batterei Wilder facilmente
Batterei Wilder facilmente
La F1 offre ancora entusiasmo nonostante il dominio di Max Verstappen
F1
La F1 offre ancora entusiasmo nonostante il dominio di Max Verstappen
Devin Haney prevede una conclusione anticipata contro Ryan Garcia: "Diventa molto ansioso"
“Dimostrerò a tutti che si sbagliano”
Mi aspetto tra un mese di sapere veramente cosa farò l'anno prossimo
F1
Mi aspetto tra un mese di sapere veramente cosa farò l'anno prossimo
Max Verstappen reagisce alla partenza di un personaggio chiave della Red Bull
F1
Max Verstappen reagisce alla partenza di un personaggio chiave della Red Bull
Christian Horner è soddisfatto della prestazione di Sergio Perez, ma invia un messaggio di avvertimento
F1
Christian Horner è soddisfatto della prestazione di Sergio Perez, ma invia un messaggio di avvertimento