Non voglio aspettarmi sempre una bella gara come questa

Marco Bezzecchi: I don’t want to expect a good race like this always


Marco Bezzecchi ha conquistato il podio al Gran Premio d’Olanda, ma non sembra che aumenterà molto la sua fiducia. Marco è ancora cauto, anche se felice del recente successo. Marco è consapevole che lo aspettano gare difficili, e che non sarà facile nel prosieguo della stagione.

“Ovviamente è molto, molto importante, perché era qualcosa che sognavo di raggiungere e non mi aspettavo di raggiungerlo così presto”, ha detto del suo podio ad Assen, come citato dal motorsport.

“Ma alla fine sono ancora un rookie, quindi la mia mentalità è questa: quando tornerò per la seconda parte della stagione, non voglio aspettarmi sempre una bella gara come questa perché ci saranno piste dove Fatico di più e uno in cui fatico di meno.

“Quindi, il modo migliore per continuare il lavoro è cercare di fare il meglio in ogni gara. Quando c’è la possibilità come oggi, cerca di sfruttare questa possibilità per ottenere il massimo risultato. Ma quando non ne ho la possibilità, cerco di ottenere il massimo di quel giorno – se è un P10, o un P12, o un altro podio.

“Il podio va meglio, questo è chiaro, ma credo che essendo un rookie sia normale avere degli alti e bassi”. La VR46 Academy è stata il suo supporto sin dai primi giorni. “È stato fantastico, perché Vale e tutta l’Accademia hanno fatto un lavoro incredibile”, ha aggiunto.

“Penso che senza Vale di sicuro non potrei essere nel motomondiale, perché mi ha preso quando avevo 15, 14 anni e arrivare qui è fantastico. “Quindi, questo è tutto per lui e tutto per l’accademia dei piloti.

Ci supportano sempre e quest’anno penso che abbiano fatto un passo enorme”.

Bezzecchi sulle scelte di squadra

È anche soddisfatto di come la sua squadra ha preso le decisioni. “Per me è stata una gara incredibile”, ha aggiunto Bezzecchi. “Sinceramente non sapevo cosa aspettarmi dalla morbida [rear tyre].

Abbiamo lavorato bene [during the weekend] ma con il mezzo. “Ho portato la media alla distanza di gara e non mi aspettavo che la media non fosse buona. Vedendo in qualifica che ero molto veloce, non pensavo fosse possibile essere così lenti con la media.

“Ma con la morbida facevo al massimo sei giri [race distance]. Matteo [Flamigni] mi ha dato molta fiducia in questa scelta perché non ne ero proprio sicuro. Ancora seduto in griglia non sapevo cosa fare ma lui mi ha detto ‘mettiamo la morbida, tranquilli. Sei bravo’.

Ultime News Sport
Sarò onesto se non sono pronto
F1
Sarò onesto se non sono pronto
Manchester City in grossi guai, dice l'allenatore spagnolo
Manchester City in grossi guai, dice l'allenatore spagnolo
 Trilogia di Furia contro Usyk?  Fury ha rivelato i suoi piani per i prossimi incontri fino al ritiro
Trilogia di Furia contro Usyk? Fury ha rivelato i suoi piani per i prossimi incontri fino al ritiro
Una futura riunione con la stella della F1 Max Verstappen
F1
Una futura riunione con la stella della F1 Max Verstappen
Batterei Wilder facilmente
Batterei Wilder facilmente
La F1 offre ancora entusiasmo nonostante il dominio di Max Verstappen
F1
La F1 offre ancora entusiasmo nonostante il dominio di Max Verstappen
Devin Haney prevede una conclusione anticipata contro Ryan Garcia: "Diventa molto ansioso"
“Dimostrerò a tutti che si sbagliano”
Mi aspetto tra un mese di sapere veramente cosa farò l'anno prossimo
F1
Mi aspetto tra un mese di sapere veramente cosa farò l'anno prossimo
Max Verstappen reagisce alla partenza di un personaggio chiave della Red Bull
F1
Max Verstappen reagisce alla partenza di un personaggio chiave della Red Bull
Christian Horner è soddisfatto della prestazione di Sergio Perez, ma invia un messaggio di avvertimento
F1
Christian Horner è soddisfatto della prestazione di Sergio Perez, ma invia un messaggio di avvertimento