Mi ha scioccato come è stato il livello

Luke Plapp: It’s shocked me what the level has been like


Luca Plappo ha dimostrato grande qualità a soli 21 anni. Questo membro di Ineos Grenadiers è in tournée alla Vuelta a Espana. Anche dal suo debutto lo scorso anno, era chiaro che tipo di talento fosse. Il suo corpo non è abituato a sfide così impegnative come la Vuelta e Espana.

“Negli ultimi due anni ho avuto circa 40 giorni di gara e 30 di questi sono arrivati ​​da quest’anno, quindi sto quasi raddoppiando nelle prossime tre settimane. Posso sicuramente sentirlo, è un livello diverso “, ha detto a VeloNews.

“Essere in grado di farlo ora mi preparerà così bene per i prossimi anni. Sono rimasto scioccato dal livello raggiunto, ma almeno so cosa aspettarmi il prossimo anno e posso prepararlo un po’ meglio”, ha aggiunto.

“È difficile perché di solito è quello che mi piacerebbe prendere di mira e l’ho tenuto d’occhio per un bel po’, ma essendo il mio primo grande giro ha avuto un impatto sul mio corpo e sono abbastanza cotto.

Sto assorbendo il più possibile il giorno di riposo di oggi e penso che farò lo stesso domani e cercherò solo di superarlo in modo da poter aiutare i ragazzi nella seconda e terza settimana. “Si trattava solo di eseguire il backup dopo i sette giorni.

Non è qualcosa a cui il mio corpo è abituato a fare. Romandie è stata la gara più lunga che abbia mai fatto e sono passati due giorni e mancano ancora due settimane. Si trattava di accumulare la fatica nel corpo e poi essere in grado di farcela.

Non direi che il livello o la potenza sia diverso da Romandie o Catalunya, ma si tratta solo di farlo dopo una settimana nelle gambe”.

Spirito di squadra

C’è una grande atmosfera nella squadra e tutti vogliono sostenersi a vicenda.

È questo spirito di squadra che li rende così speciali come squadra. “È quasi uno sport diverso rispetto agli ultimi 10 anni della mia vita, paragonando il ciclismo a un grande giro. Cercherò solo di superarlo e poi cercherò di aiutare i ragazzi il più possibile più avanti in gara.

Non ho le gambe da arrampicata che avrei voluto, ma posso fare quello che posso per loro”, ha detto Plapp. “Anche se non siamo tutti esordienti il ​​morale è comunque altissimo. Anche Carlos o Ethan, è il loro terzo anno nel gruppo, quindi non è che siano nuovi di zecca.

Quindi è bello poter trarre esperienza da loro ma allo stesso tempo guardarsi l’un l’altro ed essere semplicemente scioccati dai livelli di stanchezza che abbiamo dopo ogni giorno. È piuttosto speciale vedere Carlos fare così bene.

Ricevo una grande spinta arrivando al traguardo 20 minuti dopo che hanno finito di sentire che è quarto in GC. Non stiamo parlando di podi ma stiamo tornando alle sue strade di casa e penso che sia super motivato.

È tranquillo ma ha fiducia in se stesso. Una volta superato il TT, penso che brillerà davvero. Abbiamo tutti fiducia in lui”.

Ultime News Sport
Manchester City in grossi guai, dice l'allenatore spagnolo
Manchester City in grossi guai, dice l'allenatore spagnolo
 Trilogia di Furia contro Usyk?  Fury ha rivelato i suoi piani per i prossimi incontri fino al ritiro
Trilogia di Furia contro Usyk? Fury ha rivelato i suoi piani per i prossimi incontri fino al ritiro
Una futura riunione con la stella della F1 Max Verstappen
F1
Una futura riunione con la stella della F1 Max Verstappen
Batterei Wilder facilmente
Batterei Wilder facilmente
La F1 offre ancora entusiasmo nonostante il dominio di Max Verstappen
F1
La F1 offre ancora entusiasmo nonostante il dominio di Max Verstappen
Devin Haney prevede una conclusione anticipata contro Ryan Garcia: "Diventa molto ansioso"
“Dimostrerò a tutti che si sbagliano”
Mi aspetto tra un mese di sapere veramente cosa farò l'anno prossimo
F1
Mi aspetto tra un mese di sapere veramente cosa farò l'anno prossimo
Max Verstappen reagisce alla partenza di un personaggio chiave della Red Bull
F1
Max Verstappen reagisce alla partenza di un personaggio chiave della Red Bull
Christian Horner è soddisfatto della prestazione di Sergio Perez, ma invia un messaggio di avvertimento
F1
Christian Horner è soddisfatto della prestazione di Sergio Perez, ma invia un messaggio di avvertimento
"La possibilità del ko ci sarà"
"La possibilità del ko ci sarà"