QUOTE IN EVIDENZA

Vengono da un altro pianeta

Patrick Lefevere on Jumbo-Visma performance: They come from another planet


Bossolo in vinile QuickStep-Alpha Patrizio Lefevere non poteva credere a quello che ha visto alla Vuelta e Espana. Il team Jumbo Visma ha battuto Ineos Grenadiers al primo posto nella scheda dei tempi di 13 secondi. Lefevere è rimasto sorpreso da quanta forza ed energia hanno i ciclisti Visma.

“Vengono da un altro pianeta”, ha detto Lefevere per il quotidiano belga Het Nieuwsblad.
“Quando vedo come i nostri ragazzi affrontano le curve, mi chiedo come abbiano fatto i piloti Jumbo. Con una macchina diresti: ‘su due ruote’
Non sono sorpreso dalla vittoria di Jumbo-Visma in sé, ma dal loro vantaggio.

14 secondi sono molto più di 23 chilometri. È comunque contento del terzo posto della sua squadra, anche se ci sono stati errori che si potevano evitare. “Dobbiamo accontentarci del terzo posto, dopo una crono quasi perfetta.

Lungo la strada, abbiamo commesso un vero errore. Julian Alaphilippe si è staccato dal lato sbagliato del treno una volta, contro le istruzioni.
In ogni caso, finiamo al nostro posto, con una rosa non certo appositamente composta per la cronosquadre.
Abbiamo optato per alcuni profili più scalatori e non, per esempio, Josef Cerny, con cui hai cavalli in più nella cronometro”.

Dan Lloyd: Display incredibilmente dominante

Dan Lloyd è un altro di quelli che sono rimasti sbalorditi dalla performance di Jumbo Visma.

Era preoccupato per Primoz Roglic e la sua schiena. “È stato uno spettacolo incredibilmente dominante, davvero”, ha detto Lloyd parlando della performance di Jumbo-Visma.
“Quando guardi i risultati della gara lì, solo due squadre sono arrivate a meno di mezzo minuto dalla fine.

Hanno finito anche con una squadra completa, il che è abbastanza inquietante per il resto di questa gara. Primoz Roglic, anche la sua schiena sembra a posto in questa fase, vero?” Lloyd ha elogiato in particolare la mossa dei suoi colleghi che hanno permesso a Robert Gesink di tagliare per primo il traguardo.

Con questo, hanno mostrato rispetto per un ciclista esperto che è sulla scena del ciclismo da molto tempo. “Adoro il fatto che abbiano lasciato che Robert Gesink tagliasse il traguardo per primo, però, perché si è unito al team nel 2007, quando si chiamava Rabobank, e da allora ha affrontato ogni iterazione.
È un ragazzo che lavora solo per altri piloti.

In effetti, stavo solo guardando e la sua ultima vittoria è arrivata sei anni fa proprio in questa gara alla Vuelta a Espana nel 2016″.

Ultime Notizie
Zverev Trionfa agli Internazionali d'Italia: sei titoli Masters 1000 e ritorno in top 4
Zverev Trionfa agli Internazionali d'Italia: sei titoli Masters 1000 e ritorno in top 4
Finale di Coppa Italia: Atalanta vs Juventus - Anteprima della Partita
Finale di Coppa Italia: Atalanta vs Juventus - Anteprima della Partita
Sbloccare il Viaggio Veloce in Animal Well
Sbloccare il Viaggio Veloce in Animal Well
Nuovi Regolamenti MotoGP e SBK per il 2027: Maggiore Sicurezza e Spettacolo
Nuovi Regolamenti MotoGP e SBK per il 2027: Maggiore Sicurezza e Spettacolo
Il soggiorno prolungato di Jannik Sinner a Torino e la sua preparazione per il Roland Garros
Il soggiorno prolungato di Jannik Sinner a Torino e la sua preparazione per il Roland Garros
Il futuro di Kvaratskhelia al Napoli: Cosa riserva il mercato
Il futuro di Kvaratskhelia al Napoli: Cosa riserva il mercato
La Corsa alla Vetta: Medvedev Fuori Gioco e Sinner in Agguato a Roland Garros
La Corsa alla Vetta: Medvedev Fuori Gioco e Sinner in Agguato a Roland Garros
Luis Alberto torna in campo con la Lazio dopo una sospensione disciplinare
Luis Alberto torna in campo con la Lazio dopo una sospensione disciplinare
Il futuro di Kimi Antonelli con la Mercedes: una prospettiva positiva
Il futuro di Kimi Antonelli con la Mercedes: una prospettiva positiva
La Conferenza Stampa di Jake Paul e Mike Tyson Sorprende per Cordialità
La Conferenza Stampa di Jake Paul e Mike Tyson Sorprende per Cordialità