Sono semi-soddisfatto, ovviamente voglio molto di più

Scott Redding: I’m semi-pleased, obviously I want a lot more


Scott Redding non è del tutto soddisfatto della sua squadra (BMW) e dei progressi compiuti. Si aspettava molto di più da questa stagione. “La progressione fino a metà stagione è stata come mi aspettavo, avvicinandomi sempre di più ai primi e salendo sul podio”, ha detto Redding, come citato da motorsport.com “Mi aspettavo di rimanerci di più, ma quando siamo arrivati alle piste più calde con curve più lunghe, il nostro problema più grande è stato esagerato e abbiamo faticato parecchio.

Ma in Indonesia ho fatto un paio di buone gare e, considerando le condizioni qui, posso tornare a casa ragionevolmente soddisfatto della situazione. Sono semi-soddisfatto, ovviamente voglio molto di più, ma andava bene. Sarebbe bello se potessimo fare dei passi avanti per il prossimo anno perché voglio lottare per più podi e provare a vincere di nuovo le gare”.

Redding ha anche commentato la gara di Phillip Island. C’era molta eccitazione. “Sono partito alla grande, cosa su cui ho lavorato quest’anno, e questo fine settimana ho trovato qualcosa che mi ha aiutato, il che è stato abbastanza buono”, ha detto.

“Sono entrato alla curva 1, ho pensato, ‘è l’ultima gara dell’anno, dai tutto quello che hai’. Stavo correndo davanti per un po’, mi sentivo abbastanza bene, ho sfidato per il comando un poche volte.

Poi l’usura delle gomme è diventata un problema e ho iniziato a arretrare, il che è stato un peccato. Dovevo solo cercare di sopravvivere e mantenere il tempo sul giro”.

Cal Crutchlow su Yamaha

Il collaudatore Yamaha Cal Crutchlow è sorpreso dagli sforzi del team Yamaha, che vuole essere molto meglio la prossima stagione.

“Yamaha, no, non li ho mai visti lavorare così duramente”, ha detto Crutchlow. “E stanno lavorando sodo. Anche l’anno scorso, stavano lavorando sodo con i test. Ma Honda, io correvo e facevo i test e facevo 100 giri al giorno. Ma dal punto di vista della Yamaha, hanno davvero hanno migliorato il loro gioco con esso, sai, ed è bello vedere perché ho parlato con Fabio nei due giorni del mio test [at Jerez before the Valencia GP] e gli ho detto cosa stiamo provando.

E lui ha detto: “almeno stanno portando qualcosa che funzioni o no”. Ed è vero, almeno sono entusiasti di provare le cose. Che funzionino o meno, non importa. Devo valutare se funziona o meno, ma stanno lavorando molto, molto duramente e questo è sempre positivo”.

Ultime News Sport
Sarò onesto se non sono pronto
F1
Sarò onesto se non sono pronto
Manchester City in grossi guai, dice l'allenatore spagnolo
Manchester City in grossi guai, dice l'allenatore spagnolo
 Trilogia di Furia contro Usyk?  Fury ha rivelato i suoi piani per i prossimi incontri fino al ritiro
Trilogia di Furia contro Usyk? Fury ha rivelato i suoi piani per i prossimi incontri fino al ritiro
Una futura riunione con la stella della F1 Max Verstappen
F1
Una futura riunione con la stella della F1 Max Verstappen
Batterei Wilder facilmente
Batterei Wilder facilmente
La F1 offre ancora entusiasmo nonostante il dominio di Max Verstappen
F1
La F1 offre ancora entusiasmo nonostante il dominio di Max Verstappen
Devin Haney prevede una conclusione anticipata contro Ryan Garcia: "Diventa molto ansioso"
“Dimostrerò a tutti che si sbagliano”
Mi aspetto tra un mese di sapere veramente cosa farò l'anno prossimo
F1
Mi aspetto tra un mese di sapere veramente cosa farò l'anno prossimo
Max Verstappen reagisce alla partenza di un personaggio chiave della Red Bull
F1
Max Verstappen reagisce alla partenza di un personaggio chiave della Red Bull
Christian Horner è soddisfatto della prestazione di Sergio Perez, ma invia un messaggio di avvertimento
F1
Christian Horner è soddisfatto della prestazione di Sergio Perez, ma invia un messaggio di avvertimento