Quando tornerà Mathieu van der Poel?

Back injury: When will Mathieu van der Poel return?


Mathieu van der Poel ha avuto problemi di infortunio per molto tempo, ma molti si chiedono quando tornerà. Secondo il team manager Alpecin-Fenix ​​Christoph Roodhooft, aspetteranno un po’ per vedere come si evolverà l’infortunio “Stiamo aspettando di vedere come si evolverà il suo infortunio alla schiena”, ha detto Roodhooft all’agenzia di stampa belga Belga, come citato da cyclingnews “Dovrebbe anche poter riprendere gli allenamenti perché senza quelli non si tratta di gareggiare nelle gare.

Vedremo la questione con calma”. Apparentemente sta ancora avvertendo il dolore che gli sta causando problemi, e le Olimpiadi di Tokyo potrebbero aver avuto un impatto sull’evoluzione dell’infortunio “L’infortunio alla schiena lo ha infastidito per un po’ “, ha detto Rodhooft.

“La sua caduta alle Olimpiadi di Tokyo probabilmente non ha influito, ma non ha aiutato neanche”. “Non siamo preoccupati perché farlo non ti porterà da nessuna parte. Il problema deve essere risolto e continueremo a vedere come va”.

“Il grosso problema non è che deve saltare le gare di ciclocross, ma che Mathieu non è indolore. A causa di quel dolore fastidioso non ha tutte le sue capacità. Non può allenarsi per migliorare e questo è terribilmente fastidioso .

Aspettiamo e vediamo quando sarà possibile il suo ritorno”.

Bombeke parere

Il fisioterapista di Van der Poel, David Bombeke, ritiene che questo sia il risultato di una dura competizione in una varietà di discipline. Questo è in realtà il risultato dei numerosi attacchi che ha commesso sul suo corpo, dalla mountain bike al ciclismo su strada, al ciclocross e BMX in passato”, ha detto Bombeke a Het Nieuwsblad.

“Il suo corpo sta ora pagando il prezzo.” I Mondiali negli Stati Uniti sono previsti per la fine di gennaio, ma la domanda è se Mathieu ha tempo per una competizione del genere. Rimettersi in forma sarebbe troppo difficile “È un po’ prematuro guardare ai Mondiali ora, ma ovviamente è vero che non c’è molto tempo a disposizione”, ha detto Bombeke.

“Se corri i Mondiali devi essere bravo e, a mio avviso, un mese è un lasso di tempo abbastanza breve per arrivare al top della forma. Non è solo la mia opinione personale che conta, perché non sono affiliato alla squadra, ma, se posso dire quello che penso, il riposo dovrebbe davvero essere la priorità ora, non importa quanto tempo ci vorrà”.

Ultime News Sport
Sarò onesto se non sono pronto
F1
Sarò onesto se non sono pronto
Manchester City in grossi guai, dice l'allenatore spagnolo
Manchester City in grossi guai, dice l'allenatore spagnolo
 Trilogia di Furia contro Usyk?  Fury ha rivelato i suoi piani per i prossimi incontri fino al ritiro
Trilogia di Furia contro Usyk? Fury ha rivelato i suoi piani per i prossimi incontri fino al ritiro
Una futura riunione con la stella della F1 Max Verstappen
F1
Una futura riunione con la stella della F1 Max Verstappen
Batterei Wilder facilmente
Batterei Wilder facilmente
La F1 offre ancora entusiasmo nonostante il dominio di Max Verstappen
F1
La F1 offre ancora entusiasmo nonostante il dominio di Max Verstappen
Devin Haney prevede una conclusione anticipata contro Ryan Garcia: "Diventa molto ansioso"
“Dimostrerò a tutti che si sbagliano”
Mi aspetto tra un mese di sapere veramente cosa farò l'anno prossimo
F1
Mi aspetto tra un mese di sapere veramente cosa farò l'anno prossimo
Max Verstappen reagisce alla partenza di un personaggio chiave della Red Bull
F1
Max Verstappen reagisce alla partenza di un personaggio chiave della Red Bull
Christian Horner è soddisfatto della prestazione di Sergio Perez, ma invia un messaggio di avvertimento
F1
Christian Horner è soddisfatto della prestazione di Sergio Perez, ma invia un messaggio di avvertimento