Mikel Arteta sull’arrivo di Kai Havertz e Declan Rice

Mikel Arteta on the arrival of Kai Havertz and Declan Rice


Mikel Arteta sull’arrivo di Kai Havertz e Declan Rice (Fornito da Sport World News)

In un’intervista a Marca, Mikel Artetta ha parlato dell’Arsenal e dei suoi piani per la prossima stagione. Uno dei primi argomenti è stato Kai Havertz e il suo arrivo negli Emirati. Arteta non ha voluto confermare l’affare, ma sembra che le cose stiano per essere finalizzate.

L’esperto spagnolo ha avuto solo parole di elogio per il giovane tedesco che ha già molta esperienza. Vincere la Champions League e segnare un gol in finale la dice lunga su quanto Havertz possa essere un fattore importante nella squadra dell’Arsenal.

Il talento ha un prezzo e all’Arsenal siamo sempre interessati ai giovani con esperienza. Ripeto, non parlo di giocatori di altri club. Ma nel caso di Kai [Havertz] ha già dimostrato tanto, compresa una Champions League.

È un giocatore di talento, versatile e ha solo 24 anni”. – ha detto, come citato da eurosport.com Declan Rice è uno dei calciatori sempre più legati all’Arsenal. Arteta si è rifiutata di rivelare altro al riguardo.

“Non posso parlare di giocatori che non sono nel club. Preferisco non dire nulla”.

Mikel Arteta e i suoi piani

Mikel Arteta, anche come assistente allenatore a Mancetter City, ha notato che l’Arsenal aveva perso la sua “anima”

Mikel sapeva di dover prendere in mano la situazione e sistemare la situazione all’interno del team. Si può dire che ci sia riuscito. Il fatto che sia stato in lotta per il trofeo fino alla fine della Premier League la dice lunga.

L’anno prossimo, Arteta tenterà nuovamente di essere il principale contendente per il titolo. “Tutto è iniziato tre anni fa. Ero l’assistente di Pep al City, abbiamo giocato contro l’Arsenal e ho visto che l’anima del club si era persa. Non potevi divertirti, non lo sentivi.

Sapevo che c’era la possibilità, poco dopo, di essere sull’altra panchina e sapevo che questo club è così grande che dovevi collegare la squadra con i tifosi. È stato difficile fare e disfare… e ora mi sento felice.
Abbiamo un’identità chiara, c’è unione e siamo pieni di energia.

Questo è il più grande. Dall’alto verso il basso, spingono tutti nella stessa direzione. Diamo al fan qualcosa da sognare e di cui essere orgoglioso. E ora devi guadagnare di più.
Era molto chiaro. Disegnai un albero e le sue radici e dissi che il problema era nostro: tutto ciò doveva essere curato, e curato con persone che si mettevano in gioco. Senza di esso, non ci sarebbe intrattenimento pubblico”.

Ultime News Sport
Sarò onesto se non sono pronto
F1
Sarò onesto se non sono pronto
Manchester City in grossi guai, dice l'allenatore spagnolo
Manchester City in grossi guai, dice l'allenatore spagnolo
 Trilogia di Furia contro Usyk?  Fury ha rivelato i suoi piani per i prossimi incontri fino al ritiro
Trilogia di Furia contro Usyk? Fury ha rivelato i suoi piani per i prossimi incontri fino al ritiro
Una futura riunione con la stella della F1 Max Verstappen
F1
Una futura riunione con la stella della F1 Max Verstappen
Batterei Wilder facilmente
Batterei Wilder facilmente
La F1 offre ancora entusiasmo nonostante il dominio di Max Verstappen
F1
La F1 offre ancora entusiasmo nonostante il dominio di Max Verstappen
Devin Haney prevede una conclusione anticipata contro Ryan Garcia: "Diventa molto ansioso"
“Dimostrerò a tutti che si sbagliano”
Mi aspetto tra un mese di sapere veramente cosa farò l'anno prossimo
F1
Mi aspetto tra un mese di sapere veramente cosa farò l'anno prossimo
Max Verstappen reagisce alla partenza di un personaggio chiave della Red Bull
F1
Max Verstappen reagisce alla partenza di un personaggio chiave della Red Bull
Christian Horner è soddisfatto della prestazione di Sergio Perez, ma invia un messaggio di avvertimento
F1
Christian Horner è soddisfatto della prestazione di Sergio Perez, ma invia un messaggio di avvertimento