“La decisione sul nuovo allenatore non l’ho presa io, ma…”

Anthony Joshua: "The decision about the new coach was not made by me, but.."


Anthony Joshua: “La decisione sul nuovo allenatore non l’ho presa io, ma…” (Fornito da Sport World News)

Antonio Giosuèdopo un episodio infruttuoso nella lotta contro Oleksandr Usyk, ha deciso di licenziare il suo allenatore, Rob McCracken. Joshua stava cercando grandi nomi di allenatori. Virgil Hunter, Ronnie Shields e Eddy Reynoso erano nel gioco, ma alla fine Joshua ha deciso Roberto Garciache ha un curriculum interessante.

Parlando con Behind The Gloves, il britannico ha spiegato la sua decisione: “Lo è [Garcia] esperto, ha addestrato molti combattenti prima. Ti fa tirare pugni, conosce il grande palcoscenico e quel genere di cose. ‘- disse Giosuè.

Angel, il suo capo allenatore, ha avuto il ruolo più importante nella selezione di Garcia. Anthony voleva qualcuno che potesse collaborare con Angel e dove ci sarebbe stata un’atmosfera positiva tra loro due. Angel ha confermato la sua scelta. “Lontano da quello che pensavo di Garcia, valuto tutti gli allenatori che sono andato a vedere, incluso lui.

Ho detto ad Angel, il mio capo allenatore a Londra, “Puoi scegliere con chi vuoi lavorare”. Angel deve sentirsi a proprio agio nel lavorare con Garcia e Garcia deve sentirsi a proprio agio nel lavorare con Angel affinché loro mi diano il meglio.

Relazione

La cosa più importante per lui è che entrambi abbiano un buon rapporto e che si rispettino a vicenda. Senza quello, sarebbe molto difficile lavorare con l’atmosfera. ‘Non riesco proprio a pensare che Garcia sia bravo, ma ad Angel non piace e sto cercando di far funzionare quel rapporto.

Quei due vanno d’accordo e ha funzionato davvero bene.’ Angel e Garcia prendono determinate decisioni insieme, analizzano insieme i loro avversari e Joshua spera che sarà una chimica vincente. La prossima sfida potrebbe essere la più grande della sua carriera.

Joshua ha voglia di vendetta dopo una pesante sconfitta. Tuttavia, è consapevole dell’abilità dell’ucraino e dei pericoli della sua lotta. Joshua ha continuato: “Devono fare una pianificazione strategica, confrontarsi con le revisioni quando lo guardano”.

Devono sedersi molto insieme quindi ho pensato che fosse importante per Angel prendere la decisione con chi vuole lavorare. Angel ha deciso che Garcia era bravo e io ho accettato, ho detto ‘sì amico, sono giù per quello’ ed è stata una buona relazione.’

Stiamo aspettando una grande battaglia tra due grandi nomi che vogliono essere i numeri 1 al mondo. Entrambi sono esperti e hanno alle spalle una manciata di big match. Questo potrebbe essere uno dei più grandi per loro.

Ultime News Sport
Sarò onesto se non sono pronto
F1
Sarò onesto se non sono pronto
Manchester City in grossi guai, dice l'allenatore spagnolo
Manchester City in grossi guai, dice l'allenatore spagnolo
 Trilogia di Furia contro Usyk?  Fury ha rivelato i suoi piani per i prossimi incontri fino al ritiro
Trilogia di Furia contro Usyk? Fury ha rivelato i suoi piani per i prossimi incontri fino al ritiro
Una futura riunione con la stella della F1 Max Verstappen
F1
Una futura riunione con la stella della F1 Max Verstappen
Batterei Wilder facilmente
Batterei Wilder facilmente
La F1 offre ancora entusiasmo nonostante il dominio di Max Verstappen
F1
La F1 offre ancora entusiasmo nonostante il dominio di Max Verstappen
Devin Haney prevede una conclusione anticipata contro Ryan Garcia: "Diventa molto ansioso"
“Dimostrerò a tutti che si sbagliano”
Mi aspetto tra un mese di sapere veramente cosa farò l'anno prossimo
F1
Mi aspetto tra un mese di sapere veramente cosa farò l'anno prossimo
Max Verstappen reagisce alla partenza di un personaggio chiave della Red Bull
F1
Max Verstappen reagisce alla partenza di un personaggio chiave della Red Bull
Christian Horner è soddisfatto della prestazione di Sergio Perez, ma invia un messaggio di avvertimento
F1
Christian Horner è soddisfatto della prestazione di Sergio Perez, ma invia un messaggio di avvertimento