Ciclista italiano colpito da infarto in Spagna

Italian cyclist suffering from a heart attack in Spain


Il ciclista italiano Sonny Colbrelli ha accusato un malore, probabilmente un infarto dalle prime indiscrezioni, subito dopo aver tagliato il traguardo, al Giro di Catalogna, in Spagna. Professionista dal 2011, Colbrelli, 31 anni, lo scorso anno ha vissuto una stagione da incorniciare, tappa del Giro del Delfinato a giugno, vittorie nel campionato italiano e poi in quello europeo.

Fino alla più bella delle sue 34 vittorie, la Parigi-Roubaix. Il Giro di Catalogna è stata l’occasione del ritorno per Colbrelli, che aveva fermato una bronchite alla Parigi-Nizza prima del via della seconda tappa. Il vincitore della Parigi-Roubaix del 2021 aveva poi dato per vinto la Milano-Sanremo, prima grande classica della stagione vinta sabato dal suo compagno di squadra, lo sloveno Matej Mohoric.

Sonny è stato subito soccorso da una squadra di ambulanze al seguito della gara: secondo quanto riportato dai media spagnoli, i medici gli hanno praticato un massaggio cardiaco. Nelle scorse settimane una bronchite aveva fermato Colbrelli alla Parigi-Nizza, mentre il corridore non si era portato alla Milano-Sanremo per problemi simili.

Su Twitter la squadra del ciclista azzurro ha scritto: “Al termine della prima tappa del Giro di Catalogna. Sonny Colbrelli si è sentito male ed è svenuto. Subito soccorso, è stato trasportato in ambulanza e in condizioni stabili all’ospedale universitario di Girona per ulteriori accertamenti indagine.” Il Team Bahrain-Victorius ha anche dichiarato: “Dopo essere stato ricoverato all’Hospital Universitari de Girona, il Dr.

Josep Trueta, Sonny Colbrelli era cosciente e si sentiva bene. Da allora è rimasto in contatto con la famiglia e gli amici. Oggi il ciclista si sottoporrà ad ulteriori accertamenti per scoprire la causa dell’incidente di ieri. Tutti gli esami cardiaci effettuati ieri sera non hanno mostrato segni di preoccupazione”. Scrivono invece gli organizzatori dell’evento: “Colbrelli ha perso conoscenza e ha avuto convulsioni, che hanno portato all’arresto cardiorespiratorio.

Il corridore è stato subito soccorso dai paramedici che hanno eseguito un massaggio cardiaco e con l’utilizzo del defibrillatore sono riusciti a ribaltare la situazione. Il ciclista si è poi stabilizzato ed è stato portato in ambulanza all’ospedale”.

L’allenatore nazionale di ciclismo ucraino è stato ucciso durante la guerra

La città ucraina di Mariupol sta iniziando l’evacuazione dei civili.

Lo ha annunciato il sindaco dopo l’annuncio russo della tregua nella città portuale per consentire i corridoi umanitari. Secondo i media ucraini, le forze russe hanno aperto il fuoco su un’auto a bordo di civili nel distretto di Bucha, vicino a Kiev, uccidendo due persone, tra cui una ragazza di 17 anni.

Scrive il Kiev Independent, secondo il quale altre quattro persone sono rimaste ferite. Il ministero della Difesa britannico a Londra, citando fonti dell’intelligence, ha dichiarato: “Le forze di Mosca stanno probabilmente avanzando verso la città portuale meridionale di Mykolaiv, c’è la possibilità che queste forze cerchino di aggirare la città per dare priorità all’avanzata verso Odessa.

. Le città di Kharkiv, Chernihiv, Mariupol, Sumy, sono tutte circondate dalle forze russe. In un messaggio su Telegram, il sindaco di Mariupol, Vadim Boitchenko, ha affermato che la città sta subendo uno spietato assedio e continui bombardamenti.

E ha chiesto la creazione di corridoi umanitari. “Stiamo cercando soluzioni ai problemi umanitari e tutti i modi possibili per far uscire Mariupol dal blocco”, ha scritto. Secondo un nuovo avvertimento del Dipartimento di Stato, i cittadini americani devono lasciare immediatamente la Russia e non recarsi in Russia a causa dell’attacco non provocato e ingiustificato della Russia all’Ucraina.

L’avviso sottolinea che l’ambasciata americana a Mosca ha una capacità limitata di assistere i cittadini americani in Russia. I cittadini devono organizzarsi per lasciare la Russia e chiedere assistenza alle autorità americane in altri paesi se ne hanno bisogno.

Inoltre, in Russia esiste la possibilità che gli stranieri vengano molestati, anche attraverso regolamenti diretti specificamente contro gli stranieri. Secondo quanto riporta il quotidiano inglese Cyclingweekly, Alexander Kulyk, tecnico della nazionale ucraina di ciclismo e padre dell’ex campione nazionale Andriy Kulyk, sarebbe stato ucciso in un agguato dell’esercito russo, che avanzava alla conquista delle maggiori città del paese e le sue centrali nucleari, mettendo in allerta l’intero Occidente.

Come riportato da Sky Sport Italia Kulyk stava partecipando a un’operazione di evacuazione di persone da alcuni luoghi pericolosi di Kiev quando è stato vittima di un attacco russo. Il presidente della federazione ciclistica ucraina Andriy Grivko ha dichiarato a Cyclingweekly: “Ieri è stata una giornata tragica per noi a Kiev.

Uno dei nostri allenatori, Alexander Kulyk, è stato ucciso in un attacco. È stato coinvolto in un’operazione militare per aiutare le persone a uscire da luoghi pericolosi. Era un allenatore di lunga data con la federazione e aveva quasi 65 anni. In precedenza era stato allenatore con l’Unione Sovietica e aveva lavorato con il sistema russo. ”

Ultime News Sport
Jorge Masvidal vuole combattere contro Nate Diaz in un incontro di boxe: “Affari incompiuti”
Nate Diaz e Jorge Masvidal finalmente si confrontano dopo un'attesa di 4 anni
Sarò onesto se non sono pronto
F1
Sarò onesto se non sono pronto
Manchester City in grossi guai, dice l'allenatore spagnolo
Manchester City in grossi guai, dice l'allenatore spagnolo
 Trilogia di Furia contro Usyk?  Fury ha rivelato i suoi piani per i prossimi incontri fino al ritiro
Trilogia di Furia contro Usyk? Fury ha rivelato i suoi piani per i prossimi incontri fino al ritiro
Una futura riunione con la stella della F1 Max Verstappen
F1
Una futura riunione con la stella della F1 Max Verstappen
Batterei Wilder facilmente
Batterei Wilder facilmente
La F1 offre ancora entusiasmo nonostante il dominio di Max Verstappen
F1
La F1 offre ancora entusiasmo nonostante il dominio di Max Verstappen
Devin Haney prevede una conclusione anticipata contro Ryan Garcia: "Diventa molto ansioso"
“Dimostrerò a tutti che si sbagliano”
Mi aspetto tra un mese di sapere veramente cosa farò l'anno prossimo
F1
Mi aspetto tra un mese di sapere veramente cosa farò l'anno prossimo
Max Verstappen reagisce alla partenza di un personaggio chiave della Red Bull
F1
Max Verstappen reagisce alla partenza di un personaggio chiave della Red Bull